FixChip

La giuntatrice per pannelli del futuro!

FixChip è la giuntatrice per pannelli del futuro pienamente compatibile con la produzione automatizzata effettuata con una macchina CNC.

FixChip

La tendenza attuale vede un utilizzo sempre più diffuso di macchine per la lavorazione nesting. Fino ad oggi, non esisteva alcuna soluzione tecnica ed economicamente interessante per la produzione di giuntatrici.

“Ciò mi ha dato da pensare” dice Tom Smeets, inventore e titolare del brevetto FixChip.

La creazione di FixChip

FixChip

Essendo una ditta importatrice che utilizza PaletteCAD, abbiamo contatti quotidiani con ditte che si occupano di arredamento di interni. Oltre alla semplice progettazione, PaletteCAD fornisce anche un collegamento diretto alle macchine CNC. Sempre più spesso vediamo acquistare macchine per la lavorazione nesting CNC. Tuttavia, i numerosi vantaggi offerti da questa tecnologia vengono annullati dal modo contorto di produrre.

Ci si basa sempre sulle giuntatrici esistenti. Noi abbiamo invertito questo modo di pensare cercando di rispondere ad alcuni quesiti: come possiamo produrre in modo efficiente, rapido e accurato con una macchina per la lavorazione nesting CNC senza complicazioni avvalendosi di costosi dispositivi spesso soggetti a guasti. Il risultato è FixChip.

Rendimento

Chiunque stia pensando all’acquisto di una macchina CNC o di sostituirla, valuta l’acquisto di una macchina per la lavorazione nesting. Il problema delle giunzioni rappresenta troppo spesso il fattore decisivo che fa optare per una macchina a barre tradizionale perché semplicemente fino a poco tempo fa non esisteva alcun metodo per produrre giuntatrici in maniera valida da un punto di vista sia tecnico che economico.

Questo perché non è possibile o quanto meno non è così semplice realizzare giunzioni con una macchina per la lavorazione nesting. Sappiamo che sono stati realizzati degli impianti in grado di farlo. In altre parole, queste macchine sono in grado di separare ulteriormente le parti tramite nesting, fresare le cavità e realizzare dei fori in testa con un’unità di perforazione delicata. I tempi di produzione, la perdita di rendimento, la contaminazione e i residui presenti sulla macchina rendono questa una soluzione tuttavia poco interessante.

La costosa giuntatrice Clamex non rappresenta una soluzione interessante per le ditte di produzione. Il fatto che si continui comunque a optare per macchine per la lavorazione nesting sta ad indicare tutti i vantaggi che questa macchina è in grado di offrire sotto molti altri aspetti.

Abbinando FixChip a una macchina per la lavorazione nesting per la produzione offre invece la possibilità, oltre ai vantaggi già menzionati, di produrre in modo rapido, pulito ed economicamente interessante senza improvvisazioni con metodi di produzione poco interessanti.

Ecco alcuni dei vantaggi

  • Riduzione dei tempi di produzione di almeno il 20%

  • Precisione assoluta

  • Assenza di aggregati sensibili ai guasti

  • Minori investimenti nel software per la macchina

  • Maggior rendimento derivante dai pannelli lordi

  • Meno inquinamento della macchina

  • Meno residui sulla macchina

Questo raffronto può essere esteso a tutti gli altri metodi di giunzione esistenti.
L’unica giuntatrice che offre gli stessi vantaggi in termini di tecnologia di produzione è la Cabineo, che tuttavia non è indicata per le ditte di produzione essendo molto poco pratica da montare, costosa e ingombrante a montaggio avvenuto.

Confronto tra FixChip e i metodi di giunzione tradizionali

Il tassello è ancora oggi il giunto più usato per i mobili.

  • Il tassello ha una superficie adesiva più contenuta, per cui per un armadio se ne possono utilizzare in numero maggiore.

  • Nel caso dei tasselli, la produzione viene effettuata con una macchina CNC con tre diverse unità di lavorazione con tre fasi distinte:
    1. sagomatura dell’elemento con il mandrino principale
    2. perforazione orizzontale con un’unità di perforazione
    3. perforazione verticale con il mandrino verticale.

    Ogni anomalia dei singoli mandrini si riflette sul risultato finale. Le operazioni di regolazione e taratura della macchina sono spesso costose e devono essere eseguite dal produttore della macchina.
    In caso di produzione effettuata con FixChip, tutte le operazioni vengono eseguite con il mandrino principale. In altre parole, anche in presenza di un’anomalia nella macchina, il FixChip si adatta sempre al 100%.

  • A prescindere dalla regolazione della macchina, le frese presentano sempre anomalie poiché si tratta sempre di scavare un segmento. In particolare, sono le forature di testa a presentare sempre anomalie. Questo problema non esiste con il FixChip perché le perforazioni vengono effettuate con utensili stabili.

  • Basta dare un’occhiata a un’immagine di FixChip per accorgersi che la profondità d’impatto è limitata, il che significa che si ha sempre la profondità d’impatto ideale per entrambi i lati e che la colla viene distribuita in modo ottimale. Nel caso di un tassello, è possibile che sia troppo profondo o troppo poco profondo sul lato di testa per cui la colla non viene distribuita sul lato opposto o i vari elementi finiscano per non combaciare perfettamente.

Guarda il video sull’utilizzo di FixChip

Metodo di produzione consigliato per FixChip

Macchine CNC tradizionali

  • Taglio delle parti con un eccesso di 4 mm

  • Sagomatura (mandrino principale)

  • Scanalature di testa (fresa per scanalatura da 34 x 6 mm sul mandrino principale)

  • Scanalature verticali (fresa per scanalatura da 6 mm sul mandrino principale)

Macchine CNC per la lavorazione nesting

  • Perforatura con una punta da 35 mm invece della lavorazione orizzontale (preferibilmente con mandrino principale)

  • Taglio pannelli con lavorazione nesting con eccesso di 0,4 e 0,5 mm da lasciare in profondità (tensione dei pannelli)

  • Scanalature di testa (fresa per scanalatura da 34 x 6 mm sul mandrino principale)

  • Scanalature verticali (fresa per scanalatura da 6 mm sul mandrino principale)

  • Fresatura e stacco su misura delle parti

Strumenti necessari

  • Fresa per scanalatura da 34 x 6 mm

  • Fresa per scanalatura da 6 mm

  • Punta da 35 mm (con macchina per lavorazione nesting)